Sempre più spesso sul web (parlano le statistiche di ricerca di Google) sentiamo parlare di landing page o pagine di conversione.

Oggi cercheremo di spiegarvi brevemente cosa è esattamente una landing page.

Partiamo dal presupposto che, come web agency, ci imbattiamo spesso, come molti altri nostri colleghi, in clienti che richiedono poche cose al proprio sito web:

  • Dev’essere semplice
  • Deve costare il meno possibile
  • Deve essere facilmente rintracciabile (questo nel 70% dei clienti non avviene)

Al giorno d’oggi è sempre più semplice sviluppare un progetto che assolva ai primi due punti scritti sopra, sulla rete sono facilmente rintracciabili:

  • editor visuali,
  • CMS,
  • progetti già fatti
  • templates
  • agenzie web che si prostituiscono per 200 euro

tuttavia per quanto possa “sembrare” semplice concretizzare i primi due punti, quando ci troviamo davanti al terzo (rendere il nostro sito visibile) molto spesso ci imbattiamo in progetti che hanno dell’incredibile.

Prendendo l’esempio di un negozio di arredamento: questo può essere il più fornito, economico, accattivante di tutti; ma se si trova in un capannone industriale a 50 km dalla città è difficile che abbia lo stesso giro di clienti di un negozio che magari si trova in pieno centro storico.

In soccorso di questi clienti arrivano le landing page o pagine di conversione:

Una landing page si differenzia da un sito web perche è:

  • un’unica pagina
  • mostra tutte le caratteristiche di un’azienda (Chi siamo, dove siamo, contatti, mappa, servizi, costi e offerte)
  • è molto “aggressiva” dal punto di vista della grafica e della scrittura dei contenuti (payoff e slogan molto forti)
  • è facilmente indicizzabile
  • ha dei costi di gestione e aggiornamento molto bassi rispetto ad un sito web
  • mostra una call to action o chiamata all’azione (spiegheremo nel prossimo articolo cosa significa)

Se vuoi saperne di più visita il nostro sito web o contattaci:

http://www.wdstudio.it/