Sempre più spesso, nei colloqui con i nostri potenziali clienti e nella stesura di preventivi e servizi aggiuntivi, ci troviamo a dibattere sul Social Media Marketing.

C’è chi ancora sostiene di preferire a qualsiasi investimento (anche minimo) nei nuovi media, l’acquisto di beni fisici e/o altri beni tangibili che diano quantomeno l’impressione di aver speso bene i propri soldi.

A questi signori spesso non sappiamo cosa rispondere, tuttavia in alcuni casi preferiamo fare parlare le statistiche e soprattutto il nostro lavoro.

Il Social Media Marketing si sta imponendo come uno degli strumenti di pubblicità più potenti e allo stesso tempo “subdoli” degli ultimi 50 anni.

La forza principale del Social Media Marketing risiede nella natura stessa di quest’ultimo:

  • Inanzitutto circa il 30% della popolazione che utilizza i social, ancora non si rende conto di quando un annuncio sia sponsorizzato
  • Gli annunci hanno bacini di utenza molto ampi e possono essere visualizzati centinaia di migliaia di volte ogni giorno
  • …Centinaia di migliaia di volte al giorno, a prezzi irrisori, a differenza di Google AdWords che inizia ad avere costi proibitivi
  • Gli annunci compaiono anche se non non stiamo cercando la parola chiave relativa all’annuncio

Cosa significa in parole povere quest’ultimo punto?

Significa avere la possibilità di far comparire il proprio annuncio in maniera casuale, ovviamente ci sono complessi algoritmi che regolano l’apparizione a seconda dei parametri, budget etc..(ne parleremo più avanti) ad un

ottieni-mi-piace-faebook

bacino di possibili clienti, senza che questi stiano necessariamente cercando noi e/o aziende che operano nel nostro settore.

E tradotto in parole povere ?

Quanto può valere un mi piace per un’azienda?

Vi lasciamo con questo quesito e vi invitiamo a leggere questo interessante articolo

http://www.spazioimpresa.biz/marketing_comunicazione/1029-Aziende-quanto-vale-un-like-su-Facebook.php